Fi, Brunetta: Necessario rilancio, Berlusconi ancora leader

Roma, 24 nov. (LaPresse) - "I risultati di questo voto non mi hanno francamente sorpreso, compresa la visibile stanchezza del Paese di fronte al chiacchiericcio violento e inconcludente di Renzi". Così Renato Brunetta, in una nota, commenta l'esito delle elezioni regionali, aggiungendo che il rilancio del partito è "una necessità della democrazia italiana", da portare avanti con la "leadership di Silvio Berlusconi, la cui presenza piena e senza le ingiuste catene che ne hanno frenato l'impegno è condizione per me inderogabile, storicamente, moralmente, politicamente".

Il Paese "non può permettersi l'indebolimento della componente moderata e liberale - prosegue Brunetta -. Per questo non servono dichiarazioni astratte di ideali e di valori, ma la concretezza di proposte convincenti. Il fatto è che ce le abbiamo, e sono radicalmente alternative a quelle 'tutte-tasse-e-80-euro' di Renzi".

"Di certo il primo punto della revisione che dobbiamo fare insieme riguarderà il Patto del Nazareno - conclude l'onorevole - e la differenza tra l'eccellente e leale disposizione del presidente Berlusconi e quella che si sta sempre più dimostrando l'intenzione egemonica del presidente del Consiglio e segretario del Pd Matteo Renzi, che anche gli elettori di sinistra hanno dimostrato di non volere".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata