Fi, Bergamini: Berlusconi unico a rappresentare Italia liberale

Roma, 1 nov. (LaPresse) - "Il bipolarismo non è affatto finito. Semmai, per merito di Berlusconi e di Renzi, è diventato più civile, meno urlato, più europeo". Lo scrive, in una lettera al Corriere della Sera, la responsabile comunicazione di Forza Italia, Deborah Bergamini, in replica ad un editoriale di Pierluigi Battista in cui, dichiara Bergamini, "si rappresenta l'attuale scenario politico con un Pd trionfante e un centrodestra alla deriva". "La raffigurazione di Forza Italia rassegnata e chiusa in se stessa - prosegue la deputata - è lontana da ciò che vivo ogni giorno". Forza Italia, spiega, è "un movimento dinamico, che sta superando lo shock della vergognosa eliminazione politica per via giudiziaria del suo leader, che sta adattandosi alle profonde trasformazioni sociali in atto, che si sta riorganizzando per proporre un'alternativa seria al 'renzismo' tanto esaltato dai media".

A tutt'oggi, per Bergamini "non esiste centrodestra in Italia senza o contro Berlusconi" e la "sinistra di Renzi non occupa affatto lo spazio del centrodestra" perché "non basta litigare con la Camusso, bisogna offrire una proposta politica che Renzi non può offrire perché non è nella sua storia e nel suo dna". "Abbiamo perso il conto delle volte in cui è stata profetizzata la fine del ruolo politico di Berlusconi e Berlusconi ha sempre stupito e smentito tutti perché era, e continua ad essere, l'unico in grado di rappresentare un'Italia liberale, moderata e riformatrice", conclude la deputata azzurra.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata