Fascismo, Anpi risponde a Tajani: "Giustifica il regime". E lui si scusa

Il presidente del Parlamento europeo aveva detto di Mussolini: "Fino alla guerra ha fatto cose positive"

"Fino alla guerra ha fatto cose positive", queste le parole di Antonio Tajani su Benito Mussolini, intervenendo su Radio 24, che hanno generato indignazione e polemiche. parole a cui anche Anpi ha risposto. "Dopo aver fatto infuriare i governi di Slovenia e Croazia, l'on. Tajani torna a far parlare il suo cuore fascista, del tutto dimentico del suo ruolo europeo. Il fascismo ha fatto cose buone? Lo vada a dire in Etiopia - ha dichiarato Carla Nespolo, presidente nazionale Anpi - dove intere popolazioni ( bambini, donne, uomini ), del tutto innocenti, sono state sterminate dall'uso, voluto da Mussolini, dei gas. L'aggressione all'Albania, alla Grecia e alla Jugoslavia? L'onorevole Tajani, lo ignora. Derubricare poi il delitto Matteotti come un semplice incidente di percorso in un cammino tutto sommato pacifico, è quanto di più disgustoso si potesse sentire. Gli argomenti dell' on. Tajani sono triti, superficiali e tipici di chi vuole giustificare un regime, il fascismo, che ha precipitato il nostro Paese nella seconda guerra mondiale, causa di milioni di morti. Soprattutto operai e contadini. Che ha non solo aderito, ma condivido le leggi razziali, che ha infangato l'onore del nostro Paese nel mondo". "C'è voluta la Resistenza, assieme all'intervento alleato, - ha aggiunto - per sconfiggere il mostro del nazismo e del suo complice fascista. L'espressione: 'non sono fascista ma'... è tipica dei fascisti in doppio petto. Come l'on. Tajani a cui non si sa, se manca di più la conoscenza della storia o il rispetto per il proprio ruolo di dirigente di un continente, l'Europa, che ha recentemente e definitivamente ribadito le proprie radici antifasciste.

Il presidente del Parlamento europeo si è quindi scusato. "In quanto antifascista convinto, presento le mie scuse a tutti quelli che si sono potuti offendere per ciò che ho detto - ha spiegato Tajani -. Le mie parole non avevano in alcun modo l'obiettivo per giustificare o minimizzare un regime antidemocratico".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata