F35, Stato Maggiore Difesa: Noi al servizio, decide politica

Roma, 13 mar. (LaPresse) - "In merito all'articolo riportato oggi da La Stampa a firma Francesco Grignetti, dal titolo 'Stati maggiori contro la Difesa', secondo cui ci sarebbe un contrasto tra le Forze Armate e il governo sulla revisione del programma F35, lo Stato Maggiore della Difesa sottolinea che quanto riportato è destituito di ogni fondamento. Non c'è infatti alcuna divergenza e, inoltre, in merito a questo così come agli altri programmi ogni azione non potrà che essere intrapresa a valle dell'iter parlamentare e della decisione del governo". Lo comunica lo Stato Maggiore della Difesa, ribadendo il "suo pieno apprezzamento verso la guida intrapresa dal ministro Elisabetta Trenta" e ricordando che "le forze armate sono uno strumento tecnico al servizio del paese, dalla programmazione all' esecuzione dei programmi d'investimento, dalla pianificazione alla condotta di operazioni militari, il tutto sempre in seguito alle decisioni politiche".

"Ogni dichiarazione dunque che possa apparire in controtendenza è strumentalizzata - si sottolinea - non assolutamente in linea con la posizione dello Stato Maggiore e, pertanto, non riflette gli intenti e l'istituzionalita dell'intero comparto Difesa che si muove in piena armonia con le volontà politiche".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata