Expo, Renzi: I ladri non la rovineranno. Ci metto la faccia

Roma, 12 mag. (LaPresse) - L'Expo del 2015 "è una grande occasione per l'Italia", ma "i delinquenti vanno fermati". Così il premier Matteo Renzi in merito all'Esposizione Universale, dopo gli scandali sugli appalti. Il presidente del Consiglio, che ha ribadito di avere "fiducia" nel commissario Giuseppe Sala, domani sarà a Milano per incontrare il mondo dell'imprenditoria proprio sul tema dell'Esposizione Universale.

In serata, nel corso della trasmissione 'Quinta Colonna' ha ribadito il suo pensiero: "L'Expo - ha detto - è una cosa straordinaria per l'Italia, 200mila posti di lavori, miliardi di investimenti. Io non permetterò a questi ladri, se saranno confermate le accuse", di rovinarlo. I lavori di Expo, ha aggiunto, "vanno continuati, sono soldi dei cittadini. I delinquenti, invece, vanno arrestati". "L'Expo non è questo, ma significa cibo, ambiente. Ci metto il cappello, ci gioco la faccia, la ripuliamo fino in fondo". "Dal primo maggio del 2015 - ha proseguito il presidente del Consiglio - tutto il mondo guarderà Milano. E' una bella occasione per la nostra economia". "Non ci facciamo fermare da quattro ladri o quattro cialtroni", ha concluso.

SALA: PRONTO NOME SOSTITUTO PARIS. Intanto proprio Sala oggi ha parlato in commissione Antimafia, per fare il punto sulla situazione attuale, anche alla luce degli arresti legati agli appalti di Expo. "Ho chiesto più volte che fossero aumentati i controlli - ha detto - ma anche la loro dimensione. Il punto è capire dove esistano più criticità". "Ad oggi - ha proseguito - non si è avuta nessuna indicazione da parte della Procura di fermare alcuna gara tra quelle assegnate, la Procura quindi ci sta dicendo di andare avanti. L'8 maggio scorso abbiamo consegnato una documentazione su atti di gara e sullo stato di avanzamento dei lavori alla polizia giudiziaria". Il commissario ha inoltre precisato che è pronto "un nome" per sostituire Angelo Paris, il responsabile delle Costruzioni finito in manette nei giorni scorsi. A lui, ha detto Sala, "ho dato fiducia - e non ho sospettato che potesse tenere certi tipi di comportamento".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata