Expo, Mattarella: Prova di unità, attese non possono essere deluse

Roma, 25 ott. (LaPresse) - "Questa stagione della vita nazionale, questa speranza di un nuovo sviluppo sostenibile, attribuisce a Milano e alla Lombardia una rinnovata funzione di traino e credo che, ancor più del passato, debba essere esercitata in chiave di unità". Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in prima pagina sul 'Sole 24 Ore traccia un bilancio dei sei mesi di Expo, a poco più di una settimana dalla sua conclusione.

"La strada del progresso - continua il capo di Stato - ha possibilità di successo se ha con sé il Paese intero. Non divisione, ma interdipendenza. Non distacco, ma scambio di intelligenze e risorse nella crescita. Non ci sarà crescita dell'Italia senza unità".

Expo, dice ancora Mattarella, è stata prova di unità sotto molti profili. Anche per questo ha avuto successo. Ha coinvolto concretamente, fin dal giorno in cui è stata concepita la candidatura italiana, governi centrali e amministrazioni locali di segno politico diverso. Tutti hanno lavorato per un risultato che è andato a beneficio dell'intero Paese. Ora la responsabilità comune si proietta sul futuro. Sul futuro dei progetti avviati nell'Esposizione. Sulla valorizzazione dell'area espositiva. Tante sono le attese: non possono andare deluse".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata