Expo, Maroni: Sgarbi sarà nostro ambasciatore per belle arti

Milano, 28 lug. (LaPresse) - "Ho invitato Vittorio Sgarbi per presentare alcuni progetti che mi ha sottoposto nelle scorse settimane per valorizzare la Lombardia in vista di Expo 2015 e l'ho nominato nostro ambasciatore per Expo 2015 per le belle arti. Il professor Sgarbi ha accolto questo invito e ne sono lieto, perché le sue proposte sono molto interessanti e le ritengo utili per valorizzare tanti aspetti culturali, anche nascosti, della nostra Lombardia e penso ci siano le premesse per fare un ottimo lavoro". Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo, a Palazzo Lombardia, alla conferenza stampa per la presentazione, insieme a Vittorio Sgarbi, di alcuni progetti legati a Expo 2015 per la valorizzazione del territorio lombardo nel campo delle belle arti.

"Milano è la più grande città d'arte del Nord Italia ed è la quarta città italiana dopo Firenze, Roma e Venezia per patrimonio artistico e questa è una percezione che in Italia non c'è - ha spiegato Sgarbi -. Pensate solo che Milano ha un patrimonio artistico più importante di una città come New York. E la Lombardia ha un patrimonio artistico immenso". "Il tempo stringe - ha sottolineato il critico d'arte - ma non dobbiamo inventarci nulla, dobbiamo solo valorizzare quello che già esiste a Milano e in Lombardia, quello che già c'è". Sgarbi si è poi soffermato, per quanto concerne Milano, sull'ampliamento della fruibilità, anche in termini di orari di visite, di alcuni luoghi simbolo come il Castello Sforzesco e il Cenacolo leonardiano, o palazzi storici nel cuore cittadino, che custodiscono opere di immenso valore, ma poco conosciute al grande pubblico, come Palazzo Bagatti Valsecchi, Palazzo Clerici o Palazzo Litta.

Sgarbi ha proposto anche di portare a Milano, durante il semestre di Expo, alcune opere pittoriche dei più celebri maestri rinascimentali o post rinascimentali, ospitati alla Galleria degli Uffizi di Firenze, e persino i Bronzi di Riace, in modo che questi tesori dell'arte possano essere ammirati dai milioni di visitatori che si troveranno a Milano in quel periodo. "I progetti di Sgarbi sono molto interessanti e utili per valorizzare Milano e la Lombardia durante Expo - ha commentato Maroni - sono proposte che condivido e, per questo, gli ho dato l'incarico di realizzarle".

"Mercoledì prossimo incontrerò il ministro per i Beni culturali Franceschini, per proseguire il confronto su alcune delle questioni poste da Sgarbi - ha aggiunto - e per coinvolgere altre Regioni, come la Toscana per gli Uffizi o la Calabria per i Bronzi di Riace". Sgarbi é anche stato nominato "membro del Consiglio di amministrazione del museo di Palazzo Bagatti Valsecchi - ha concluso Maroni - con l'indicazione al Consiglio stesso, indicazione non vincolante, di eleggerlo presidente".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata