Ex tesoriere Margherita Lusi ha sottratto al partito 13 milioni

Roma, 31 gen. (LaPresse) - Il senatore del Partito Democratico Luigi Lusi è stato iscritto nel registro degli indagati per il reato di appropriazione indebita, per aver sottratto per interessi privati e immobiliari circa 13 milioni di euro per conto della Margherita, partito del quale era tesoriere, e che riceveva denaro pubblico. Lo riportano oggi molti quotidiani nazionali, che specificano che il parlamentare ha già confessato e ha promesso che restituirà i soldi. Fra il gennaio 2008 e l'agosto 2011 sarebbero stati fatti 90 bonifici verso la società 'TTT srl' che secondo l'accusa è di Lusi. Inoltre circa 1,9 milioni sarebbero stati usati per l'acquisto di un immobile di lusso a Roma. In pratica l'ex tesoriere è accusato di aver finanziato se stesso con il denaro del partito.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata