Europee, Di Maio: "Salvini che si allea con Juncker è incoerente"

"Tra noi e la Lega ci sono differenze sostanziali. Ci siamo noi come cittadini e poi ci sono i banchieri, grandi esponenti della finanza europea. È un po' singolare vedere la Lega che si va ad alleare con Juncker. Cioè con quelli che hanno rappresentato in questi anni l'austerity". Così il vicepremier pentastellato Luigi Di Maio a margine del tavolo sulla famiglia al Mise. "Il nuovo fronte che sta nascendo vede la Lega con il partito popolare, quindi Juncker con i nuovi sovranisti. Noi in questi anni abbiamo guardato a queste forze politiche come quelli che hanno tagliato gli aiuti a famiglie e welfare e hanno voluto la legge Fornero. Guardare a quella idea di politica è un po' incoerente", ha aggiunto il vicepremier.