Europee, come e quando si vota

Torino, 20 mag. (LaPresse) - QUANDO SI VOTA - Domenica 25 maggio, dalle 7 alle 23, gli italiani saranno chiamati alle urne per eleggere 73 candidati che rappresenteranno l'Italia nel Parlamento europeo. Non si vota lunedì 26 maggio. Lo scrutinio dei voti per il Parlamento europeo inizierà a partire dalle 23 di domenica, subito dopo la chiusura dei seggi.

COME SI VOTA - Per votare è necessario presentare un documento di identità e la propria tessera elettorale. L'elettore, al momento della votazione, riceverà un'unica scheda, di colore diverso a seconda della circoscrizione elettorale: grigio per l'Italia nord-occidentale (Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria, Lombardia); marrone per l'Italia nord-orientale (Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna); rosso per l'Italia centrale (Toscana, Umbria, Marche, Lazio); arancione per l'Italia meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria); rosa per l'Italia insulare (Sicilia, Sardegna).

Ogni elettore può esprimere sia un voto soltanto di lista, mettendo una 'X' sul simbolo del partito prescelto, sia un voto di preferenza, scrivendo, a fianco del simbolo della lista votata, il nome e cognome o solo il cognome dei candidati preferiti compresi nella stessa lista. Si possono votare fino a un massimo di tre candidati della stessa lista, purché siano di sesso diverso, pena l'annullamento del terzo nome. Può essere espresso un solo voto di preferenza nel caso di candidati delle liste rappresentative delle minoranze di lingua francese della Valle d'Aosta, di lingua tedesca della provincia di Bolzano o di lingua slovena del Friuli Venezia Giulia.

IL CORPO ELETTORALE. Le elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia interesseranno un corpo elettorale, sul territorio nazionale, di 49.373.144 elettori, di cui 23.757.151 di sesso maschile e 25.615.993 di sesso femminile.


© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata