Esposito(Ncd): Solidale con Salvini ma chi semina vento miete tempesta

Roma, 8 nov. (LaPresse) - "Condanno con fermezza la violenza subita dal segretario della Lega Nord, Matteo Salvini. A parole ed atteggiamenti, seppur violenti, non bisognerebbe mai rispondere con violenze fisiche e quindi non posso che repellere il comportamento di questi barbari aggressori. Eppure, così come va stigmatizzato l'episodio di cui è stato vittima Salvini, non è possibile non rilevare le continue violenze verbali del leader leghista e i costanti richiami all'odio che contraddistinguono la politica che porta avanti la Lega Nord. In fondo Salvini è sempre lo stesso e si fa sempre notare per il suo razzismo e il suo livore: ieri cantava dei 'napoletani colerosi e terremotati che con il sapone non si sono mai lavati', oggi chiama 'bastardi' i suoi pur vili aggressori. È triste, ma doveroso notare, che chi semina vento raccoglie tempesta". Lo ha dichiarato il senatore del Nuovo Centrodestra, Giuseppe Esposito, vicepresidente del Copasir.

"Per questo - ha aggiunto Esposito (Ncd) - consiglio a Maroni, prima di tirare in ballo immotivatamente il ministro degli Interni Alfano, di far fare un'analisi di coscienza a Salvini e al suo movimento politico che ormai si contraddistinguono solo per delle indecenti provocazioni. A Salvini giunga la mia sincera solidarietà, l'aggressione che ha subito mi fa orrore e spero che induca anche in lui qualche riflessione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata