Ergastolo ostativo, Di Maio: "Rischio boss liberi"

Domani attesa la decisione della Corte di Strasburgo e il ministro degli Esteri lancia l'allarme

Luigi di Maio lancia l'allarme: "C'è il serio rischio di ritrovarci fuori dal carcere anche boss mafiosi e terroristi". Il ministro degli Esteri fa riferimento alla decisione prevista per domani dalla Corte europea dei diritti umani di Strasburgo sul cosiddetto «ergastolo ostativo», quello cioè che esclude benefici carcerari per chi si macchia di determinati reati e non collabora. A esprimere la sua preoccupazione anche il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede: "Un caposaldo della lotta alla mafia e al terrorismo", avverte il Guardasigilli.