Emilio Fede: "Consigliai io a Casalino di proporsi come pr al M5S. È bello e simpatico"
L'x direttore del Tg 4 ha raccontato: "Venne da me e gli proposi di offrire la sua capacità, la sua simpatia e la sua bellezza fisica"

Se Rocco Casalino è il capo della comunicazione del M5S, lo deve a Emilio Fede. O almeno, è quanto ha raccontato l'ex direttore del Tg4 ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano. "Come ho detto proprio a voi in diretta qualche tempo fa, fui io a consigliargli di proporsi come pr al Movimento Cinque Stelle. È simpatico, è un amico. Venne da me a chiedermi consigli, io lo indirizzai. Gli consigliai di offrire la sua capacità, la sua simpatia e la sua bellezza fisica. È molto bello. Piace molto".

Poi sulla voce secondo la quale avrebbe provato a portare in Svizzera 2 milioni di euro: "Questa è una storia per la quale ormai mi viene da ridere. Nasce da un agguato fatto da qualcuno che ha mandato una lettera anonima che segnalava che io avrei avuto una valigetta con due milioni e mezzo di euro da portare in Svizzera. In conseguenza di questa farabuttata che nasce da una lettera anonima io so benissimo scritta da chi, è nata un'indagine che la stessa procura di Roma poi ha archiviato. Piantatela di rompere i coglioni con questa storia finta. Questi farabutti, questi cornuti che hanno ideato questo giochetto, mi hanno fatto un danno enorme. Mi sono entrati i ladri in casa a cercare un tesoro che non ho. La gente pensa che io sia ricco e se una cosa costa 5000 euro me ne chiede 10mila".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata