Elezioni, Renzi: "Se M5S governeranno, Pd all'opposizione, non ci chiedano voti"
Il segretario dem nella sua enews: "Mancano 5 giorni, gli altri sono terrorizzati da noi che saremo il primo gruppo"

"I Cinque Stelle non parlano più di reddito di cittadinanza, ma solo di poltrone. E dicono che votare il Pd non serve. Poi però chiedono ufficialmente al Pd di appoggiare un inverosimile governo Di Maio. Delle due l'una: se i Cinque Stelle avranno i numeri per governare, noi faremo opposizione. Se i Cinque Stelle non hanno i numeri, non possono certo venire a chiederli a noi. E siccome non hanno i numeri, stanno falsificando i sondaggi come fossero bonifici ma non basta". Parola del segretario del Pd Matteo Renzi come ha scritto nella sua enews. 

Renzi ha continuato: "Cinque giorni al voto. Gli altri sono letteralmente terrorizzati dal fatto che noi saremo il primo gruppo parlamentare. E dunque ancora, in questi giorni, tutti attaccano noi. Sempre noi. Solo noi - ha scritto sempre nella sua enews - Forza Italia e la Lega cercano di nascondere le loro differenze attaccando 'le sinistre'. Sarà che abbiamo dimostrato, numeri alla mano, che la loro grande idea, la Flat Tax, non sta in piedi (il pezzo di Yoram Gutgeld è perfetto), ma loro si sono buttati sulla vecchia demagogia, anche a costo di sfiorare il senso del ridicolo (a Brescia Brunetta ha proposto di rimpatriare i 600.000 immigrati, cento alla settimana: occorrono solo 111 anni, come ha ben spiegato Bazoli). Qui però è finito il tempo delle chiacchiere. Non si può scherzare col fuoco. Vi ricordate come eravamo messi fino a qualche anno fa? Vogliamo ingranare la retromarcia? Mi appello ai moderati: davvero volete mettere l'Italia in mano a chi l'ha impoverita?". Lo scrive il segretario del Pd Matteo Renzi nella sua enews.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata