Elezioni, Confronto Sky: Sì Monti e Ingroia.Berlusconi solo con Bersani

Roma, 1 feb. (LaPresse) - Dopo il confronto sfumato negli scorsi giorni sulla Rai, anche il dibattito televisivo tra i sei candidati-leader su Sky è in bilico alla luce delle dichiarazioni di Silvio Berlusconi, che ha rifiutato un confronto "tra sei personaggi in cerca di autore". Il Cavaliere ha replicato all'invito del canale all-news affermando che è "disponibile a qualunque confronto", ma solo "tra le due parti che hanno chance di vittoria" e cioè con il segretario nazionale del Pd, Pier Luigi Bersani. "Anche gli esperti - ha aggiunto l'ex premier - dicono che un confronto tra sei personaggi in cerca di autore alla pari, pur avendo speranze di successo diverse, non sarebbe corretto per formare l'opinione degli elettori. Sarebbero sei figurine messe là che non darebbero una corretta idea dell'Italia". Disponibile, invece, il presidente del Consiglio uscente e leader di Scelta civica, Mario Monti, che su Twitter ha scritto: "Certo che accetto il dibattito televisivo di Sky Tg24", allegando una foto che lo ritrae mentre riceve l'invito. Via libera alla sfida a sei anche dal leader di Rivoluzione civile, Antonio Ingroia, mentre gli inviti a Beppe Grillo e a Oscar Giannino saranno recapitati nelle prossime ore. Favorevole al confronto a sei è Bersani, che due giorni fa ha lanciato l'evento: "Se il confronto tv a sei tra i candidati alle elezioni non si può fare in Rai, vado a Sky". "Io mi chiamo Partito democratico - ha aggiunto il leader del partito del Nazareno - e partecipo solo a cose dove tutti hanno uguali condizioni. Non intendo partecipare a cose dove ci sono condizioni diverse, questo lo lascio fare a Berlusconi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata