Elezioni, Berlusconi affaticato: stop alla campagna, per ora solo radio
L'ex Cav non appare in pubblico dalla settimana scorsa e il suo medico ha raccomandato 48 ore di riposo

Una 'sosta' per 'affaticamento', le voci su un possibile ricovero in ospedale e i problemi di salute di Silvio Berlusconi fanno scattare l'allarme rosso. "Mi spiace deludere i nostri competitori ma io sto bene, sto bene davvero". A mettere a tacere i rumors è lo stesso ex Cav, che da Arcore interviene a sorpresa durante la registrazione di Matrix, la trasmissione di Canale 5 condotta da Nicola Porro, e per caso lo fa proprio mentre negli studi al Palatino c'è Matteo Salvini.

Il conduttore infatti, poco prima dell'inizio della trasmissione, si era appartato con il leader della Lega per informarlo del fuori programma. Tutto pronto, ed ecco il collegamento telefonico con Villa San Martino in cui si parla di "5 giorni, con 17 ore ogni giornata per la composizione delle liste elettorali, cinque giorni pieni di tensione, di dubbi, ripensamenti, di decisioni difficili sull' esclusione di questo o di quel candidato".

"Quindi - spiega il leader di Forza Italia - con il dispiacere e il dolore di dover deludere tante aspettative, mi sono preso due giorni di sosta perché sono stati davvero 5 giorni difficili stressanti. Direi addirittura dolorosi". Sarebbe stato lo stesso medico personale dell'ex premier, Alberto Zangrillo, a consigliargli di rallentare i ritmi, soprattutto per quanto riguarda i viaggi da Milano a Roma e viceversa. Niente però a che vedere con una interruzione della campagna elettorale. Berlusconi è affaticato e vittima di qualche sbalzo di pressione "ma è in pista", confermano fonti azzurre, e dallo staff fanno sapere che sta preparando degli interventi in radio, che farà direttamente da Arcore. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata