Editoria, Conte: Taglio fondi non è attentato libertà informazione

Roma, 28 dic. (LaPresse) - "Sono tra quelli che seguivano la vostra rassegna stampa, i dibattiti e i convegni". Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso della tradizionale conferenza stampa di fine anno rispondendo a Radio Radicale sul taglio dei fondi. "E' un sacrificio imposto a tutti quanti, c'è da parte del governo una sensibilità, di sollecitare le imprese editoriali a stare sul mercato. Una casa editrice mi chiese di dirigere una prestigiosa rivista, io stesso ho detto 'dobbiamo rinnovare questa testata, perché dobbiamo varare un progetto che si deve muovere sul mercato con le proprie gambe'. E' così è stato. Non credo neppure - e il vostro caso è una penalizzazione più morbida - che un'idea di rivedere un sistema di finanziamento dell'editoria sia un attentato alla libertà di informazione. Da parte di questo governo c'è il massimo rispetto per valori sacrosanti, siete stimolati a cercare risorse alternative, avete tempo per farlo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata