Dl Sicurezza, Mantero (M5S): Mettere limite a strafottenza e dikat Lega

Milano, 5 ago. (LaPresse) - "Questo governo potrebbe fare ancora tante cose buone per gli italiani e per il nostro paese se solo la Lega la smettesse di dire no. Potremo difendere il suolo del nostro bellissimo Paese, evitando che una risorsa così preziosa per sfamarci, difenderci degli alluvioni, mitigare l'inquinamento, preservare la biodiversità, venga persa per sempre sotto strati di cemento o asfalto. Potremmo salvarlo se solo la Lega la smettesse di bloccare la legge ferma da un anno in commissione". Lo scrive su Facebook il senatore M5S, Matteo Mantero, già in passato, durante le votazioni del primo decreto Sicurezza, inserito nella lista dei 'dissidenti', ma poi 'assolto' dal collegio dei probiviri a dicembre del 2018 e oggi indicato tra i possibili 'ribelli' al dl Sicurezza bis. "Potremmo mettere al bando la plastica monouso riducendo il volume dei rifiuti e tutelando i nostri mari, fondamentali per la sopravvivenza del nostro paese, per il turismo, la pesca e per la ricchezza di speci viventi. Lo potremmo fare se la Lega non si opponesse a questa scelta - prosegue -. Se non ci fossero i NO della Lega potremmo fare una riforma della giustizia seria, per snellire e velocizzare i processi, invece che depotenziare i magistrati e i giudici per tutelare gli interessi dei soliti noti alla berlusconiana maniera. "Potremmo dare a tutti i lavoratori italiani un salario minimo per rispettare la loro dignità, dando un giusto valore al loro tempo e alle loro capacità, ma la Lega dice no".(Segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata