Dl dignità, Di Maio: "8mila posti in meno? Dato non inserito dal governo"
"Leggo sui giornali che il decreto farebbe perdere ottantamila posti di lavoro, mi faccio una risata" Così Luigi Di Maio in una diretta Facebook rispondendo alle accuse mosse al suo Decreto Dignità. "C'è un altro numero - continua il ministro del Lavoro - ottomila. Nella relazione c'è scritto che questo decreto farà perdere ottomila posti di lavoro in un anno. Quel numero è apparso nella relazione tecnica al decreto la notte prima che venisse inviato al presidente della Repubblica. Non è una cosa che hanno messo i miei ministeri e soprattutto non è una cosa che hanno chiesto i ministri della Repubblica".continua il vecepremier. "Questo decreto ha molte lobby contro ma non mi spaventa" ha concluso Di Maio.