Dimissioni Di Maio, Pomigliano d'Arco divisa sul futuro dei Cinque Stelle

Chi continua a sperare e chi aspetta l'estinzione del Movimento

"Il Movimento deve solo riformarsi, è l'unica speranza che c'è oggi in Italia, perché altrimenti andiamo a finire col vecchio sistema". È uno dei pensieri espressi da alcuni abitanti di Pomigliano d'Arco, cittadina dell'hinterland napoletano in cui è cresciuto Luigi Di Maio, all'indomani delle dimissioni presentate da capo politico del M5s. "L'abolizione della povertà, il lavoro, le fabbriche, l'Ilva, la Whirlpool, Alitalia... che altro c'è da dire? Io non ho capito cosa sia: né di destra, né di sinistra, né di centro. Deve trovare il quarto polo", sostiene un altro intervistato. "C'è una storia in questo Movimento che è nata e poi si è frantumata. A me dispiace, perché sono giovani. Non mi fa piacere, ma così facendo si estingueranno", asserisce invece un'altra persona intervistata.