Diffamazione, Maroni: Lega contro carcere per reati opinione

Roma, 18 nov. (LaPresse) - "E' stato un errore in buona fede, fatto in commissione. E' stato un eccesso di zelo. La Lega è contro il carcere per i reati di opinione. Questo emendamento che è stato approvato deve per forza essere tolto". Lo ha detto il segretario federale della Lega Nord Roberto Maroni a 'Che tempo che fa' su Rai3, condotto da Fabio Fazio, a proposito del testo sul reato di diffamazione in discussione in Parlamento.

Durante l'intervista, il segretario federale del Carroccio ha parlato anche di primarie e a proposito di Silvio Berlusconi ha detto: "Non credo che Silvio Berlusconi tornerà alla guida del Pdl, perché i tempi sono cambiati e il Pdl ha bisogno di rinnovarsi. La Lega lo ha fatto, il Pdl ancora no. Penso che abbia capito che ci sono cicli nella vita e che la sua creatura, il suo partito, per sopravvivere debba rinnovarsi profondamente".

Circa il livello di gradimento della Lega fra gli elettori ha affermato: "Probabilmente ci sarà qualche leghista che voterà Grillo. Ma miro a portare dalla nostra il suo elettorato. Punto almeno all'8, il 9, il 10% dell'elettorato. Non bisogna mai porre limiti all'ambizione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata