Diciotti, Fiano: "Trattenimento dei 150 migranti è nel limbo della legalità"
“Secondo noi non c’è nessun provvedimento formale” alla base del quale si attua il trattenimento dei 150 migranti a bordo della nave Diciotti, “e questo è oggetto di un’interrogazione parlamentare che abbiamo appena depositato”. A sostenere che il blocco dei 150 migranti sulla Diciotti non sia legittimo, da Catania, è Emanuele Fiano, a margine della sua visita a bordo dell’imbarcazione. “Non mi risulta che ci siano state comunicazioni formali tra il comandante della nave e il Ministero dell’Interno, quindi siamo nell’assoluto limbo – ha aggiunto -. Che si gioca sulla pelle di esseri umani, per ottenere risultati in Europa che non arrivano. Si smentisce così ha concluso Fiano, “la vanagloria” dimostrata dal premier Giuseppe Conte in occasione del “precedente accordo europeo che sembrava che avesse portato a chissà quale enfasi di accordo di redistribuzione dei profughi, che invece era su base volontaria, volontarietà che non esiste neanche per l’esito dell’incontro di oggi a Bruxelles”.