Di Maio: "Voterei sì all'uscita dall'euro". Renzi: "Pura follia"
L'esponente M5S, in un'intervista all'Aria che tira, dice la sua posizione nel caso di referendum: "Vorrebbe dire che la Ue non ci ha ascoltato"

Luigi Di Maio voterebbe a favore dell'uscita dall'euro. Il candidato premier del M5S lo va a dire in un'intervista a "L'Aria che tira. e si attira le dure rispste del Pd: "Se dovessimo arrivare al referendum, che per me è l'extrema ratio, è chiaro che io sarei per l'uscita. Perché vorrà dire che l'Europa non ci ha ascoltato per nulla". A stretto giro (con un tweet), arriva la replica di Matteo Renzi: "Stavolta Di Maio ha fatto chiarezza, bisogna ammetterlo: lui voterebbe per l'uscita dall'Euro. Io dico invece che sarebbe una follia per l'economia italiana".

Emanuele Fiano - A ruota le risposte di altri esponenti Pd. Ecco Emanuele Fiano: "Oggi giorno pari @luigidimaio vuole uscire dall'#Euro, naturalmente con referendum. Domani giorno dispari chissà. È ancora scosso dalla botta presa sulle pensioni d'oro. A proposito, il referendum non si può fare".

Andrea Marcucci - Stesso discorso da Andrea Marcucci (senatore Pd):  "Di Maio ed il M5S sono pericolosi: uscire dall'euro sarebbe un dramma per l'Italia. E questo sarebbe un candidato premier?". Così il senatore Pd Andrea Marcucci commenta su twitter alcune dichiarazioni dell'esponente Cinque stelle

Matteo Richetti - Ed ecco il portavoce Pd, Matteo Richetti: "Ma davvero bisogna spiegare, nel giorno del record per il nostro Paese su export e crescita, perché se vanno al Governo personaggi con queste tesi l'Italia finisce in bancarotta? Ma davvero qualcuno pensa che si possano attrarre investimenti, lavoro e imprese con queste follie che si ripetono? Dopo i numeri dati a casaccio sulle pensioni manca giusto una baggianata di queste dimensioni sulla politica europea".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata