Di Maio: Su Muraro ho sbagliato a non avvertire direttorio
Roma 2024, l'esponente del M5s: Su giochi deve decidere la sindaca

 L'intervento dell'ambasciatore Philips "è stato un endorsement per il si', un'ingerenza di una nazione estera. Ma lo Stato italiano e' composto non solo da gente che sostiene il si', dunque vanno rispettate tutte le opinioni. La riforma congestionerà il Senato, se i senatori non si mettono d'accordo tutto si blocca. Il mito dello Stato veloce e liberale non c'è, consiglio all'ambasciatore di ricredersi". Lo afferma Luigi Di Maio, del Direttorio M5S, ospite di 'Politics', su Rai3.

"Roma 2024? Deve decidere il sindaco, si prenda i suoi tempi" ha sottolineato, aggiungendo che "dobbiamo eliminare le corruttele". "Non ho avvisato il resto del Direttorio, mi prendo la responsabilità di questa sottovalutazione. Ho saputo dell'indagine i primi giorni di agosto" ha sottolineato a proposito della notizia sulle indagini sull'assessore al comune di Roma, Paola Muraro.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata