Di Maio: Pertini mio modello, continuerò ad ispirarmi a lui
"Su Almirante ho solo detto che, girando l'Italia, ho incontrato tanti nostri elettori che avevano Almirante, De Gasperi o Berlinguer come riferimento"

"Pertini è il mio personale modello di riferimento e trovo assurdo che qualcuno voglia impedirmi di ispirarmi a lui. Su Almirante ho solo detto che, girando l'Italia, ho incontrato tanti nostri elettori che avevano Almirante, De Gasperi o Berlinguer come riferimento. Per dire che nel Movimento si sono superati gli schieramenti ideologici. Abbiamo messo insieme persone sulla base di valori anche opposti". Così il vicepresidente della Camera e deputato del Movimento 5Stelle, Luigi Di Maio in una intervista a Repubblica. Per quanto riguarda la situazione a Roma e le continue critiche sulla gestione della città il candidato in pectore dei grillini attacca: "Quelli che ci criticano ma che Roma l'hanno spolpata viva per 20 anni, dovrebbero solo tacere e lasciarci lavorare. Da Virginia Raggi si pretendono miracoli in un anno mentre Renzi nonostante il suo fallimento totale viene riproposto premier. Ai romani dico che dopo il secondo anno vedranno i primi risultati: se vuoi fare bene le cose, serve tempo".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata