Di Maio: Non ripetere errori passato, guerra genera altra guerra

Roma 6 gen. (LaPresse) - "Negli ultimi giorni le vicende che riguardano l'Iran e la Libia ci riportano a ricordi di un passato di guerra, un passato non lontano, che ci parla di distruzione, di morti, di paura. E che rinnova una paura che nessuno di noi vorrebbe vivere". Così su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

"In entrambi gli scenari, pur con tutte le relative differenze e specificità, il faro che ci guida è sempre e solo un'unica, semplice verità: la guerra genera altra guerra, la violenza chiama altra violenza, la morte altra morte", ha aggiunto.

Per Di Maio "Come Movimento 5 Stelle, questa verità ce l'abbiamo ben chiara, è una sorta di legge fisica. In tanti conflitti, in tante scelte sbagliate, a partire dalla guerra in Libia nel 2011 e dagli errori già compiuti in Iraq, c'è scritto ciò che non dobbiamo ripetere. Questo non è un gioco, e non abbiamo nessuna intenzione di ripetere gli errori del passato. È semplice? No, ma le conquiste più grandi non sono mai semplici, richiedono determinazione e tempo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata