Di Maio: Noi non siamo classe dirigente, ma andremo al governo
"Nel passato ha distrutto il Paese"

"A questo tavolo la classe media è 35 anni. Qui non c'è una classe dirigente, classe dirigente è un termine da abolire. Perché la classe dirigente del passato ha distrutto questo Paese". Così Luigi Di Maio al convegno con i sindaci M5S dove è presente anche la sindaca di Roma Virginia Raggi. Di Maio risponde a un editoriale del quotidiano della Stampa. "Noi non siamo classe dirigente ma la classe che resiste a quanti hanno distrutto le cose attorno a noi. Siamo la generazione che sta provando a cambiare le cose fatte dalla vecchia classe dirigente", ha aggiunto Luigi Di Maio.

"Noi ci andremo al governo. Noi siamo gli unici a poter ambire al 40%. E presenteremo il conto a quel signore che ha governato prima e gli chiederemo quanti soldi ci sono nelle sue fondazioni".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata