Di Maio al Colle: "Serve altro tempo per chiudere il contratto". E sul premier: "Non facciamo nomi"
Nuovo incontro al Quirinale, nessun reale passo avanti

Nuovo incontro al Colle, nessun reale passo avanti. Luigi Di Maio, ricevuto nel pomeriggio dal presidente Mattarella, ha chiesto altro tempo per completare il contratto e ha fatto sapere che non verranno fatti nomi pubblicamente. "Abbiamo chiesto altro tempo per ultimare il contratto di governo. Qualche altro giorno per chiudere il contratto di governo e metterlo ai voti". 

Il testo, ha spiegato il capo politico del Movimento 5 Stelle, "mette dentro i punti programmatici delle due forze. Noi lo sottoporremo ai nostri iscritti con un voto online che sarà chiamato a decidere se far partire questo governo con questo contratto o no". "L'accordo di governo - ha sottolineato - è il cuore di questo governo di cambiamento che siamo intenzionati a far partire il prima possibile". 

E sul capitolo premier e ministri: "Siamo d'accordo con Salvini - ha aggiunto - che nomi pubblicamente non li facciamo".  

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata