Di Battista: "Berlusconi non può governare: ha pagato Cosa Nostra"
Poco prima del comizio ad Arcore, Alessandro Di Battista parla del suo futuro e delle prossime elezioni

"Berlusconi ha pagato Cosa Nostra, è il principe dell'illegalità. In un Paese normale sarebbe in galera". Così Alessandro Di Battista arrivando in camper ad Arcore (Monza) in occasione del tour elettorale per il Movimento 5 Stelle.

In piazza largo Vela, a duecento metri dalla residenza di Silvio Berlusconi, Di Battista ha letto stralci della sentenza di condanna dell'ex senatore di Forza Italia, Marcello Dell'Utri: "Una purificazione collettiva per un Paese che non ha memoria". La risposta del Cav non ha tardato ad arrivare: "Ci sono già state, in queste vicende, sentenze e archiviazioni dopo anni di indagini. Sono cose senza fondamento. Ho già dato ai miei legali di procedere nelle sedi opportune", ha detto Silvio Berlusconi intervistato su La7. "Berlusconi, che brutta fine la sua, una vita passata a scappare dai tribunali e ora vuole portare in tribunale un cittadino incensurato come me che ha solo detto la verità? Quereli pure, lei ha pagato Cosa Nostra, si vergogni, punto!", replica Di Battista su Twitter. Il post voto? "Un mega-inciucio. Renzi e Berlusconi sono alleati. Berlusconi l'ha detto anche oggi, ha parlato di un Gentiloni bis", rincara la dose sul palco di Arcore Di Battista.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata