Delrio: Nuove regole per scioperi trasporti, così inaccettabile
Il ministro: "Evitare che una minoranza di lavoratori tenga in ostaggio una maggioranza di cittadini"

"Bisogna intervenire per evitare che una minoranza di lavoratori tenga in ostaggio una maggioranza di cittadini nelle loro esigenze quotidiane. Questi sono i danni di una situazione inaccettabile". Lo dice il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, in un'intervista a 'la Repubblica' sullo sciopero di ieri che ha paralizzato le principali città italiane e Roma in particolare. "Il nostro orizzonte deve essere quello di tenere assieme il diritto costituzionale allo sciopero e quello alla mobilità. Vanno coniugati assieme", dice ancora. "Non è possibile che si proclamino scioperi a prescindere, con rappresentanza del 10% dei lavoratori. In altri Paesi non è consentito".
A tal proposito Delrio spiega poi di non voler ricorrere allo strumento del decreto legge. "Avevamo iniziato un percorso, poi in autunno c'è stata un'interruzione. Credo spetti al Parlamento intervenire. È una materia così delicata che non può essere affrontata con un'iniziativa del governo - dichiara -  da ministro, ho già dato la massima disponibilità a seguire la discussione, una volta che la le forze politiche decideranno di calendarizzare la discussione. E' il momento di avviarla".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata