Decretone, bagarre in Senato. Saccone (FI) mostra gilet da steward con la foto di Di Maio

L'intervento in aula: "Torni presto ad indossarlo per liberare l'Italia da queste scellerate politiche che creano disoccupazione". I pentastellati: "Buffone"

Al via in Senato, tra siparietti e proteste, l'esame degli emendamenti al decretone, che contiene le misure del reddito di cittadinanza e quota 100. A destare l'attenzione è il gesto del senatore di Forza Italia, Antonio Saccone, che, al termine del suo intervento, ha ironizzato sul passato lavorativo di Luigi Di Maio, mostrando un gilet arancione da steward con su una foto del ministro dello Sviluppo economico.

"Signor, viceministro Di Maio lasci perdere i gilet gialli. Noi gliene regaliamo uno azzurro. Eppure, lei, un gilet che rappresenta un lavoro serio e dignitoso lo ha già indossato: il gilet di steward allo Stadio San Paolo di Napoli. Un lavoro che lei ha abbandonato subito: già da allora, forse, sperava nel reddito di cittadinanza. Noi siamo certi che i responsabili Uefa, con il cv che maturato in questi anni - prima vicepresidente della Camera, vicepremier, ministro della disoccupazione e della recessione - potranno promuoverla a steward della Champions League", ha detto in aula Saccone. "Il nostro auspicio - ha continuato - è che presto torni a indossare il gilet per liberare l'Italia e gli italiani da queste scellerate politiche che creano disoccupazione. Per ora glielo regaliamo noi con la speranza che lo indossi quanto prima".

Secondo quanto riporta il Fatto Quotidiano, la provocazione è stata fortemente criticata dalla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, che l'ha definita una "manifestazione da stadio". A reagire sono stati anche i pentastellati, che dai loro banchi hanno accolto l'intervento del senatore al grido di "buffone, buffone…".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata