Decretone, pensione di cittadinanza non solo su card. Fondi per i disabili e nuove assunzioni nella sanità

Ecco tutti gli emendamenti al provvedimento all'esame delle commissioni Lavoro e Affari sociali alla Camera

Il governo ha presentato un primo plico di emendamenti al decretone nelle Commissioni Lavoro e Affari sociali delle Camera. Nel pacchetto cinque proposte di modifica: concorso del pubblico impiego, persone con disabilità, aziende del servizio sanitario, personale del Ministero dei beni culturali e sulla governance Anpal. Altri quattordici  emendamenti sono stati presentati dalle relatrici Elena Murelli (Lega) e Dalila Nesci (M5S). I temi spaziano dall'accordo con le Regioni sui navigator ai patronati, passando per le famiglie con minori fino alla privacy per i richiedenti del reddito. 

GLI EMENDAMENTI DEL GOVERNO:

Persone con disabilità - L'emendamento presentato dal governo al decretone per "favorire l'accesso e incrementare il beneficio di nuclei in cui siano presenti persone con disabilità grave o non autosufficienti" prevede risorse aggiuntive per 12,8 milioni nel 2019 e 16,9 nel 2020. Gli oneri aumentano a 17 nel 2021, per scendere poi a 16,9 nel 2022 e nel 2023. Si alza da 5mila a 7.500 euro l'incremento della soglia del patrimonio mobiliare per ogni componente con disabilità e in famiglia; l'emendamento propone poi di modificare il parametro della scala di equivalenza.

Fino a 50 euro in più per le famiglie che hanno a carico persone disabili.. Il nuovo parametro della scala di equivalenza, infatti, è "pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare ed è incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di anni 18 e di 0,2 per ogni ulteriore componente di minore età, fino a un massimo di 2,1, ovvero sino ad un massimo di 2,2 nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizione di disabilità grave o non autosufficienza come definita a fini Isee". In questa maniera aumenta di 0,1 la scala; moltiplicando tale cifra per il tetto massimo di 6mila euro si arriva fino a circa 600 euro annui in più, ovvero 50 euro al mese.

Anpal - Viene ampliato da 30 a 120 giorni il termine previsto per la nomina di presidente e direttore generale dell'Anpal: il nuovo termine è previsto dal 1° gennaio 2019. Viene inoltre elevato da 60 a 180 giorni il termine per l'adozione degli statuti dell'Anpal e Anpal Servizi. La disposizione, "non comporta nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica". "Agli oneri derivanti dalla disposizione si provvede per gli anni 2019 e 2020 mediante corrispondente riduzione delle risorse destinate al potenziamento dei Centri per l'impiego e dal 2021 con la riduzione del Fondo" che finanzia il reddito.

Assunzioni nella sanità - "In considerazione degli effetti derivanti dall'applicazione dell'articolo 14 delle necessità di garantire livelli essenziali delle prestazioni, gli enti e le aziende del servizio sanitario Nazionale possono procedere all'assunzione delle professionalità correnti, anche tenendo conto delle cessazioni di personale che intervengono in corso d'anno purché in linea con la programmazione regionale". È quanto si legge in un emendamento presentato dal governo al decretone, in esame alla Camera. L'emendamento proposto "è diretto ad esplicitare la possibilità per le aziende agli enti del servizio sanitario di procedere all'assunzione delle professionalità occorrenti, anche tenendo conto delle cessazioni di personale che intervengono in corso danno, purché in linea con la programmazione regionale e nel rispetto dei piani triennali dei fabbisogni di personale approvati dalle regioni. L'emendamento è a carattere ordinamentale e non determinano nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica. Infatti, Esso interviene esclusivamente sulla programmazione delle assunzioni e sull'organizzazione dei concorsi", si legge nel testo depositato.

Assunzioni al Mibac - Più assunzioni per il personale Mibac per bilanciare l'effetto di quota 100. "Al fine di far fronte alle gravi scoperture di organico ed evitare un effetto così incidente  (scopertura di quasi 11mila unità) sull'organizzazione degli uffici, è necessario necessario procedere tempestivamente all'espletamento di concorsi per più profili".  Il Ministero della Cultura è così autorizzato, dal 15 luglio 2019, "ad effettuare assunzioni di personale non dirigenziale a tempo indeterminato fino a 551 unità".

GLI EMENDAMENTI DELLE RELATRICI

Pensione di cittadinanza - "La pensione di cittadinanza può essere concessa anche nel caso in cui il componente o i componenti del nucleo familiare di età pari o superiore a 67 anni, adeguata agli incrementi della speranza di vita, convivano esclusivamente con una o più persone in condizione di disabilità grave o non autosufficienza".

Reddito di cittadinanza richiesto in patronato - Le richieste di reddito di cittadinanza possono essere presentate anche presso gli uffici di patronato, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Non è previsto un incremento del Fondo patronati per il 2019.

Genitori soli - Per evitare "comportamento opportunistici" in nuclei con minorenni  "la permanenza nel medesimo nucleo familiare è stabilita, qualora, mantengano  una residenza nella medesima abitazione, non solo per i coniugi separati o divorziati ma per qualunque fattispecie di precedente convivenza". Arriva così una norma ad hoc per i genitori che chiedono il reddito ai fini del calcolo Isee.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata