Dall'assegno alle famiglie (240 euro al mese) allo Ius soli. Pd, il programma in 100
Presentato da Renzi a Bologna. La forma: detrazione fiscale per tutti. Giù il canone Rai per i meno abbienti. Il tema dell'occupazione

"Una famiglia, un assegno: per tutti. Una misura fiscale unica (in grado di raggiungere anche gli incapienti sotto forma di assegno) che preveda 240 euro di detrazione Irpef mensile per i figli a carico fino a 18 anni e 80 euro per i figli fino a 26 anni". E' la proposta del Pd che risponde agli altri partiti sul terrenio della flat tax e del reddito di cittadinanza. Fa parte di un programma in 100 punti che Matteo Renzi ha presentato oggi a Bologna. Il contributo (sotto forma di detrazione) avrà effetto "per tutti i tipi di lavoro e per tutte le fasce di reddito, da zero fino a 100 mila euro all'anno. In questa grande operazione fiscale di sostegno alle famiglie italiane investiremo 9 miliardi di euro. Tutti riceveranno di piu` - ha detto il segretario del Pd -, con un beneficio netto che per molti sara` superiore a 80 euro mensili, ma ci sara` comunque una clausola di salvaguardia per cui nessuno potra` ricevere meno dell'attuale sistema di assegni e detrazioni. I risultati saranno tangibili e semplici per tutti. Per esempio, una famiglia con un solo reddito da lavoro dipendente di 35 mila euro all'anno e con due figli a carico minorenni avrà 1.400 euro di reddito disponibile in piu`".  E poi: "Se cercate paese balocchi avete sbagliato destinazione. Se cercate un Paese che con orgoglio, grinta e coraggio disegna il futuro dei nostri figli questa è la comunità del Pd".

PD, TUTTI I CANDIDATI COLLEGIO PER COLLEGIO

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata