Crisi, Napolitano: Ce la possiamo fare

Roma, 10 set. (LaPresse) - "Ce la dobbiamo fare, ce la possiamo fare. Io non ho mai dubitato un solo momento della capacità di un Paese come il nostro che si é rialzato da cadute tremende, di trovare la strada di un nuovo sviluppo nel prossimo futuro". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel corso di un intervento allo speciale Porta a Porta sull'11 settembre che andrà in onda stasera.

"Per questo - ha aggiunto il capo dello Stato - è indispensabile più di una cosa. La prima cosa é capire quanto sia cambiato il mondo, capire che noi tutti qui, e voglio dire di ogni classe sociale, non solo di ogni parte politica, non possiamo più ragionare come se stessimo nel 1980. Siamo nel 2011 e bisogna trarne tutte le conseguenze, anche dal punto di vista delle nostre aspettative e dei nostri comportamenti, individuali e collettivi. E la seconda cosa da capire è che noi ci siamo rialzati da cadute tremende del passato come dopo la seconda guerra mondiale perchè abbiamo saputo trovare un forte cemento unitario nazionale al di là delle divisioni politiche che pure negli anni '40-50 erano molto aspre. Dobbiamo saper ritrovare egualmente il modo di costituire un forte cemento unitario, una forte coesione nazionale e sociale nell'interesse del nostro Paese".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata