Crisi, Napolitano: Banche chiamate a sostenere la ripresa

Roma, 22 feb. (LaPresse) - "Sono convinto che dall'odierno incontro emergerà con forza la consapevolezza del contributo che le istituzioni finanziarie sono chiamate ad offrire per sostenere la ripresa economica dell'intero Paese, ponendo al servizio dell'interesse generale le migliori competenze e capacità professionali di cui dispongono e privilegiando politiche oculate e lungimiranti volte insieme alla tutela del risparmio e all'impiego produttivo delle risorse". Lo scrive il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione del centesimo anniversario della fondazione della Banca Nazionale del Lavoro, in un messaggio al presidente, Luigi Abete, rivolgendo un saluto augurale ai partecipanti all'evento celebrativo impegnati "a ripercorrere la storia dell'Istituto e a riflettere sulle future prospettive di consolidamento e sviluppo".

"Nella storia della Bnl - ha sottolineato Napolitano - dalla nascita come Istituto Nazionale di Credito per la Cooperazione, alla modificazione in banca pubblica divenendo un importante attore in un sistema di economia mista, si sono riflesse le complesse trasformazioni che hanno attraversato cento anni di vita economica del nostro Paese. Particolarmente significativi sono stati i contributi dati dall'Istituto alla crescita dei vari settori nei quali si è articolato lo sviluppo economico italiano, partendo da quelli più tradizionali, come la pesca, l'agricoltura, l'edilizia, per approdare a quelli che hanno caratterizzato, con forte dinamismo, il miracolo economico italiano. Particolarmente apprezzabile il ruolo svolto nel sostegno del settore cinematografico, che tanta rilevanza ha avuto per l'Italia in tutto il Novecento".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata