Crisi, Casellati: Se capigruppo non unanime decide l'Aula

Roma, 12 ago. (LaPresse) - "La convocazione dell'Assemblea, nell'ipotesi in cui il calendario dei lavori non venga approvato in capigruppo all'unanimità, non costituisce forzatura alcuna, ma esclusivamente l'applicazione del regolamento". Lo dichiara in una nota il presidente del Senato Elisabetta Casellati. Il presidente Casellati aggiunge: “L'art. 55, comma 3, prevede infatti che sulle proposte di modifica del calendario decida esclusivamente l'Assemblea, che è sovrana. Non il Presidente, dunque".

"In un momento così delicato per il Paese, l'unico metro possibile da adottare a garanzia di tutti i cittadini è il rispetto delle regole", conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata