Crimi: Su carceri fake news da chi piagnucola se Conte li smentisce

Roma, 22 apr. (LaPresse) - "Continua la campagna di fake news e il tentativo di innalzare la tensione sociale. Una strategia della disinformazione tanto più grave perché attuata in un momento già difficile e delicato per tutto il Paese. Qui non si tratta più d'irresponsabilità: c'è il dolo, l'intenzione, la precisa volontà di inquinare i pozzi da parte di soggetti che poi piagnucolano se il presidente Giuseppe Conte smentisce in modo perentorio le falsità che vanno diffondendo". Lo scrive su Facebook il capo politico M5S, Vito Crimi, intervenendo nel dibattito sul tema dei benefici penitenziari, che vede la Lega e Matteo Salvini attaccare il Guardasigilli, Alfonso Bonafede, e il governo. "Ci domandiamo se anche quest'altra menzogna sia solo l'ennesimo tassello di una perenne campagna elettorale iniziata sulle spiagge nell'agosto scorso, o se serva anche a distrarre l'attenzione dell'opinione pubblica, magari rispetto alla pessima gestione della Regione Lombardia da parte di chi, dopo aver attaccato per settimane tutto e tutti, di fronte alle testimonianze e all'emergere dei fatti si ritrova ormai solo, arroccato in difesa del suo disastroso operato", aggiunge il vice ministro dell'Interno. "Ogni giorno siamo costretti a scovare, smentire, sconfessare le falsità che questi individui spargono a piene mani. Oggi più che mai l'informazione ha un ruolo determinante, cruciale. Il Paese e i cittadini hanno assoluto bisogno di media e mezzi di comunicazione che sappiano tenere alta la soglia di attenzione e la schiena dritta davanti a chi non fa altro che seminare veleni", conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata