Costi politica, stop ad aumento da 1300 euro indennità senatori

Roma, 31 gen. (LaPresse) - L'ufficio di presidenza del Senato ha adottato la stessa decisione presa ieri dalla Camera dei deputati: quella di tagliare del 13% le indennità dei parlamentari, pari a circa 1300 euro lordi. Di fatto i senatori continueranno a prendere la stessa cifra, circa 5mila euro netti. Il taglio infatti evita che il passaggio da retributivo al contributivo, trattamenti soggetti a due diversi regimi fiscali, si trasformi in un aumento in busta. Lo ha annunciato Paolo Franco senatore questore della Lega. "La proposta - ha spiegato Franco - è partita dalla Lega ed è stata condivisa da tutti".

A differenza da quanto deliberato dall'ufficio di presidenza di Montecitorio, palazzo Madama destinerà il risparmio alla riduzione del proprio bilancio, facendo risparmiare alle casse dello Stato circa 6 milioni di euro l'anno. "A differenza della Camera - ha sottolineato il senatore del Carroccio - noi non li mettiamo in un fondo nero, sul cui utilizzo non sappiamo nulla, ma li facciamo risparmiare ai contribuenti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata