Costantino (Si): Contro violenza donne serve svolta culturale

Roma, 25 nov. (LaPresse) - "Il 25 novembre non è una giornata per commemorare le vittime, ma una giornata per fare un bilancio delle iniziative varate dal governo contro la violenza sulle donne. Ai passi avanti fatti dal nostro Paese in materia di legislazione contro la violenza di genere non corrispondono fondi adeguati. Il Piano Nazionale antiviolenza varato soltanto a luglio scorso, cioè due anni dopo la legge che lo ha istituito, non sembra essere lo strumento più utile per la scarsità dei fondi a disposizione". Lo afferma in una nota la deputata di Sinistra Italiana Celeste Costantino.

"La violenza di genere deve essere affrontata come fenomeno strutturale, prosegue l'esponente di Sinistra Italiana, non con provvedimenti securitari ed emergenziali. E' necessario puntare sulla prevenzione e introdurre l'educazione all'affettività nei programmi scolastici: discutiamo al più presto la proposta di legge di Sinistra Italiana, di cui sono prima firmataria, per l'inserimento dell'educazione sentimentale nelle scuole di primo e secondo grado. Le legge da sole non bastano: serve una svolta culturale e fondi adeguati", conclude Costantino.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata