Corruzione, Mattarella: Un male che esiste ma l'Italia lo persegue e combatte

Roma, 10 nov. (LaPresse) - "Il male purtroppo esiste ovunque, nel nostro paese viene perseguito e scoperto, il nostro Paese non fa finta di non vedere la corruzione, la persegue e la combatte. E' elemento che ci rafforza". Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, risponde ai giornalisti italiani in diretta televisiva da Giacarta.

Questo è l'ultimo giorno della visita di Stato in Indonesia per il presidente della Repubblica, che oggi lascerà Giacarta alla volta di Mascate in Oman,dove domani visiterà la fregata 'Carabiniere' e assisterà alla presentazione dell'operazione Atalanta.

Il capo dello Stato oggi è intervenuto alla sessione inaugurale del "Primo Dialogo Bilaterale tra Indonesia e Italia" e successivamente si è recato alla sede dell'ASEAN dove ha incontrato il Segretario Generale dell'ASEAN, Le Luong Minh. Mattarella ha poi incontrato, durante una colazione di lavoro nella residenza dell'ambasciatore d'Italia, i leader delle sei religioni ufficialmente riconosciute in Indonesia. La visita nella Repubblica di Indonesia si è conclusa con la deposizione di una corona al Cimitero degli Eroi di Kalibata, dove sono sepolte oltre settemila vittime di guerra e veterani della Guerra d'Indipendenza indonesiana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata