Corruzione, Di Maio: Siri si difenda ma intanto si metta in panchina

Milano, 23 apr. (LaPresse) - "Non nego che c'è una forte discussione nel governo, con la Lega", ma "sono convinto di quello che stiamo facendo". Così il vicepremier, Luigi Di Maio, a 'diMartedì', su La7. "Siri sicuramente sarà giudicato innocente, ma mentre si difende deve stare lontano dalle istituzioni del governo della Repubblica", aggiunge ribadendo: "Si metta in panchina", perché in questo momento storico "necessariamente devi dare un segnale etico e politico agli italiani".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata