Coronavirus, Zaia: "Ordinanze non contrastano con Dpcm, non le ritiriamo"
Coronavirus, Zaia: "Ordinanze non contrastano con Dpcm, non le ritiriamo"

Il governatore del Veneto: "Le battaglie legali non portano a nulla"

"Le ordinanze emesse in Veneto non sono in contrasto con il Dpcm, sono ordinanze che vogliono portare un principio di buon senso e rispetto nei confronti del cittadino". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nel punto stampa alla Protezione civile di Marghera sul coronavirus. "Le battaglie legali non portano a nulla. Non facciamo ordinanze per cercare prove muscolari o per buttarla in politica. A me sembra che il ministro Boccia, in rappresentanza del governo, abbia assolutamente compreso le nostre volontà. Penso che per la quasi totalità delle misure oggetto di ordinanza ci sia la possibilità di dimostrare un allineamento col Dpcm per cui non le ritiriamo", ha aggiunto. "Le rinnoveremo - ha continuato Zaia - ma sempre nell'ottica di trovare un percorso comune a quanto previsto dal governo, sicuramente non di contrapposizione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata