Coronavirus, sindacati a governo: Mascherine? Intollerabile, malumore sanità

Milano, 15 mar. (LaPresse) - "In queste ore drammatiche in cui si moltiplicano le attestazioni di solidarietà delle cittadine e dei cittadini nei confronti del personale sanitario, facciamo i conti con alcuni provvedimenti sbagliati e con alcune inefficienze organizzative insopportabili e molto pericolose per la salute pubblica. Come prima cosa non possiamo non sottolineare per l'ennesima volta come persista in maniera diffusa una intollerabile situazione relativa alla scarsità e alla inadeguatezza nella diffusione dei Dispositivi di protezione individuali che riguarda sia le strutture sanitarie che le strutture sociosanitarie residenziali del nostro paese". Lo scrivono i sindacati Cgil, Cisl e Uil in una lettera inviata al premier Giuseppe Conte, al ministro della Salute, Roberto Speranza, e al commissario straordinario per l'emergenza coronavirus, Domenico Arcuri. "E' di queste ore - sottolineano - la distribuzione in diverse regioni, da parte delle aziende sanitarie, di mascherine in tessuto sintetico che non possiedono i requisiti necessari per garantire l'adeguata protezione a chi opera nelle strutture direttamente dedicate alla cura del Covid-19. Questo fatto, sommato alla oramai cronica scarsità dei dispositivi che porta le aziende a veri e propri razionamenti degli stessi, ove presenti, oltre a mettere a repentaglio la salute degli operatori e delle persone che - in ambito lavorativo e privato - entrano in contatto con loro, sta generando un diffuso e fortissimo malumore in un personale che, come ben sapete, è sottoposto ad un carico materiale ed emotivo senza precedenti nella storia repubblicana".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata