Coronavirus, Pd: Non accetteremo altre uscite come Lagarde ieri

Roma, 13 mar. (LaPresse) - "Con la sua brutta dichiarazione di ieri la Presidente della Bce Lagarde ha contribuito ad agitare ancora di più i mercati europei, con grave pregiudizio per il sistema finanziario italiano, già sfiancato dall'emergenza Coronavirus. A tarda serata, a frittata ormai fatta, è per fortuna corsa ai ripari con una precisazione che conferma l'impegno delle istituzioni comunitarie a favore delle famiglie e delle imprese italiane che per prime in Europa hanno a che fare con le conseguenze della diffusione del virus. Questa è un'emergenza planetaria, chi ha incarichi e responsabilità di massimo vertice pesi ogni parola sempre. Quello che è avvenuto ieri, sia chiaro, non può accadere ancora. Il Pd non lo può accettare e farà di tutto, in sede comunitaria, per far valere le ragioni degli italiani, dimostrando ancora una volta che l'Europa ha un senso se dimostra, in una situazione difficile come quella di queste settimane, di essere solidale e non ostaggio di freddi calcoli monetari. Nelle mani della classe dirigente europea non c'è solo la sconfitta del virus ma anche il futuro dell'Europa e dei suoi stati". Così in una nota il deputato e responsabile Esteri della segreteria nazionale Pd Emanuele Fiano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata