Coronavirus, Mattarella: Morti ferite da curare con ricordo, serve modo per custodire

Roma, 2 giu. (LaPresse) - "Da Codogno, dove è iniziato il nostro percorso di sofferenza, vogliamo ribadire i valori della Costituzione, ricordando nuovamente i tanti nostri concittadini morti per il coronavirus e rinnovando grande solidarietà ai loro familiari e alle loro comunità. Questi vuoti sono ferite che possiamo tentar di curare soltanto con il ricordo. Ricordando nomi, volti, storie. Uno per uno. Occorrerà pensare a un modo efficace e comune per raccogliere e custodire questo ricordo e per rappresentare il pensiero di omaggio dell'Italia per le vittime di questa epidemia".  Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo discorso a Codogno in occasione della Festa Nazionale della Repubblica.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata