Coronavirus, fonti governo: No a spostamenti in seconde case

Roma, 2 mag. (LaPresse) - "I motivi che rendono legittimi gli spostamenti, secondo le previsioni del dPCM, restano quelli del lavoro, della salute e della necessità. Spostarsi alla seconda casa non è una necessità. In riferimento alle attività sportive e motorie, lo spostamento consentito è quello strettamente necessario a effettuare le attività stesse, con la conseguenza che una volta che queste sono concluse è obbligatorio fare immediato ritorno a casa". E' quanto spiegano fonti di governo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata