Coronavirus, Di Maio: Bisogna essere uniti, no a trofei politici

Roma, 15 mag. (LaPresse) - "Serve unità per uscire da questa crisi. Facciamo parte tutti della stessa Italia, non ci sono bandierine da fissare o trofei politici da conquistare. Questa è la partita della vita e tutti facciamo parte della stessa squadra: l'Italia. Non servono le polemiche, qui c'è un Paese, un popolo che deve ripartire. E la gente dalla politica si aspetta solo risposte concrete. Con il dl rilancio abbiamo stanziato 55 miliardi. Stiamo parlando di una cifra enorme, parliamo di due manovre in una. Aiuti concreti per tutti: per i più deboli, per le nostre imprese, per le famiglie, per gli imprenditori. Per tutti. Ma le dico anche un'altra cosa: non ci fermiamo. Stiamo già lavorando a nuovi provvedimenti economici per dare ossigeno al Paese. Usciremo insieme da questa crisi". Lo dice il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un'intervista ad 'Affari Italiani', parlando della fase 2 dell'emergenza coronavirus, quella relativa alla ripartenza, sulla quale c'è stato un braccio di ferro con le Regioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata