Coronavirus, De Luca scrive a Conte: Sud a un passo da tragedia

Roma, 25 mar. (LaPresse) - "La comunicazione di questi ultimi giorni relativa alla epidemia è gravemente fuorviante. Il richiamo a numeri più contenuti di contagio al Nord, rischia di cancellare del tutto il fatto che non solo la crisi non è in via di soluzione, ma che al Sud sta per esplodere in maniera drammatica. I prossimi dieci giorni saranno da noi un inferno. Siamo alla vigilia di una espansione gravissima del contagio, al limite della sostenibilità. La prospettiva, ormai reale, è quella di aggiungere alla tragedia della Lombardia quella del Sud. Per noi è questione di ore, non di giorni". È quanto si legge nella lettera inviata questa mattina dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e ai ministri della Salute, Roberto Speranza, degli Affari regionali, Francesco Boccia, e del Mezzogiorno, Giuseppe Provenzano. "Abbiamo fatto con migliaia di operatori, sforzi giganteschi per poter reggere. Ma non si può scavare nella roccia con le mani nude - prosegue il governatore -. Dobbiamo registrare il fatto che dal punto di vista delle forniture essenziali per il funzionamento dei nostri ospedali, in queste settimane da Roma non è arrivato quasi nulla. Il livello di sottovalutazione è gravissimo. Non si è compreso che gli obiettivi strategici sono due: contenere il contagio al Nord; impedire la sua esplosione al Sud. In queste condizioni, ci avviamo verso una tragedia doppia. Il quadro riassuntivo, per noi, è contenuto in questo prospetto allegato". (Segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata