Coronavirus, Conte: "L'Ue non può permettersi di ripetere errori 2008"

"Serve una risposta coordinata, i paesi e le istituzioni non possono permettersi di ripetere gli errori del 2008. Allora non si riuscì a dare una risposta coordinata creando un secondo choc nel 2010-20112 condannando l'Europa a una ripresa più lenta di altre aree del mondo. E' un rischio che non possiamo permetterci di correre". Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante l'informativa al Senato sulle iniziative del governo per fronteggiare l'emergenza coronavirus.