Coronavirus, Conte: In lockdown preoccupava tenuta ordine pubblico

Cernobbio (Como), 5 set. (LaPresse) - Allo scoppio della pandemia in Italia "dissi subito ai miei ministri che l'emergenza che si prospettava in primis sanitaria si sarebbe subito tramutata in emergenza economica e sociale. Nel momento in cui abbiamo affrontato questa pandemia - se proprio devo dirla tutta - mi ha preoccupato la tenuta economica e sociale del sistema: non sapevamo cosa sarebbe successo in termini di ordine pubblico". Lo ha detto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervenendo alla seconda giornata del Forum 'The European House - Ambrosetti' di Cernobbio. "E' stata non solo la più pesante sfida affrontata dal Dopoguerra ad oggi, ma una sfida che ha sollecitato delle importanti risposte. E la tenuta dell'ordine pubblico è stata un'incognita che ha sempre pesato", ha continuato Conte. Per il Presidente del Consiglio "in un sistema democratico come il nostro, imporre misure così restrittive come è stato fatto significa sottoporsi a uno spazio di incognita che non si sa come verrà affrontato dal punto di vista internazionale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata